I TEMPLI DI MALTA: HAGAR QIM E MNAJDRA

I TEMPLI DI MALTA: HAGAR QIM E MNAJDRA

29/11/2018 0 Di MammaCheViaggi

La storia di Malta, così lunga e complessa, parla di un’isola molto desiderata dalle varie popolazioni. Fenici ed inglesi, arabi e italiani, sono solo alcuni dei popoli che volevano conquistare questo angolo di mondo.

I templi di Hagar Qim e Mnajdra - templi di Hagar Qim

Ma le prime testimonianze storiche dell’isola di Malta risalgono a prima di questi periodi di conquiste. Si parla infatti di più di 5000 anni fa, quando una popolazione sconosciuta, pare sicialiana, si insediò in questa terra, abitandola e colonizzandola. Questa popolazione costruì dei templi sparsi in tutto l’arcipelago. Anche a Gozo infatti se ne trovano. Tra i più famosi ci sono quelli di Hagar Qim e Mnajdra posizionati sull’isola di Malta, in cima a delle scogliere sul mare.

TEMPLI DI HAGAR QIM

I templi megalitici di Hagar Qim e Mnajdra sono i più antichi al mondo. Risalenti ad un periodo datato tra il 3.600 ed il 3.000 a.c., questi templi precedono le piramidi d’Egitto e i megaliti di StoneHenge.
Si trovano affacciati sul mare, distanti 700 metri l’uno dall’altro, ricoperti da tensostrutture bianche che li proteggono dalle avversità metereologiche.
Il primo templio che si incontra è proprio quello di Hagar Qim. Il templio è composto da enormi pietre disposte in modo da creare diverse stanze. Tra le molte pietre, nella parte esterna del templio, se ne osserva una enorme, del peso di 20 tonnellate. Posizionata verticalmente, in modo perfetto, non ci si capacita di come siano stati in grado di crearla e spostarla. All’interno, tra le varie stanze, si trova anche un cerchio che da verso l’esterno, da cui filtra la luce del sole. Era il loro modo per calcolare il calendario. Durante il solstizio e l’equinozio vengono programmate apposite visite per assistere a questo fenomeno. Deve essere incredibile parteciparvi.

I templi di Hagar Qim e Mnajdra - Interno dei templi

I templi di Hagar Qim e Mnajdra - Spiegazione sulla metodologia di spostamento delle grandi pietre

I templi di Hagar Qim e Mnajdra - 20 tonnellate di pietra in verticale

Ancora non è chiaro se questi templi megalitici fossero luoghi di culto o abitazioni, ma immaginare questi luoghi abitati da persone di più di 5000 anni fa colpisce moltissimo.
Qui sono state rinvenute diverse statuine che rappresentavano donne grasse, divinità legate al culto della fertilità, tra cui la famosa Venere di Malta, che oggi è conservata nel museo di archeologia di La Valletta.

TEMPLI MEGALITICI DI MNAJDRA

Il templio di Mnajdra si trova 700 metri a valle di Hagar Qim, ed è composto da tre templi vicini, rivolti verso il mare e l’isola di Filfla. Due sono praticamente attaccati e molto simili, divisi da un corridoio centrale, uno è più piccolo.
Anche qui il sole filtra attraverso il templio più a sud durante il solstizio e l’equinozio, illuminando l’altare che si trova nel templio vicino.

I templi di Hagar Qim e Mnajdra - templi di Mnajdra

TEMPLI DI HAGAR QIM E MNAJDRA CON BAMBINI

Quando abbiamo deciso di visitare i templi di Hagar Qui e Mnajdra in famiglia ero un po’ perplessa lo ammetto. Viaggiando con i bambini alcune mete sono più complicate di altre, non si sa il tipo di reazione che può avere un piccolo viaggiatore. Divertimento o noia?
Ma appena messo piede nella prima parte del centro visitatori mi sono subito tranquillizzata. Il filmato in 4D proposto all’inizio della visita, in cui viene mostrato come dovevano essere i templi e perchè ad oggi ci è rimasto quel che verrà visto in seguito, risulta davvero molto interessante per i bambini, attratti dalle immagini, dai suoni e dagli effetti. Per i più piccoli una spiegazione è d’obbligo, ma nulla di complicato.
Subito dopo si entra nella parte del centro visitatori in cui viene spiegato cosa è stato ritrovato all’interno dei templi, i materiali ed il tipo di roccia che compone i templi. Si trova anche un’area in cui i bambini possono divertirsi a creare il loro templio utilizzando dei mattoni di polistirolo. Questo crea in loro molto interesse riguardo a quel che vedranno successivamente.
Durante la visita dei templi di Hagar Qim e Mnajdra potrete spiegare ai bambini come le varie parti compongono i templi, fargli osservare le grandi rocce, spiegargli che un tempo non esistevano le grandi macchine che si utilizzano oggi per crearli. Non capiranno tutto quanto, ma resteranno molto affascinati.

Tutti i templi sono visitabili preferibilmente a piedi o con bambini nel marsupio o zaino. Il passeggino si può usare, ma meglio quello a 3 ruote. I templi sono coperti da un grande telo che li ripara dalle intemperie ma per raggiungerli bisogna camminare sotto il sole, quindi tenete presente di portarvi cappelli, creme solari e acqua per la visita.

I templi di Hagar Qim e Mnajdra - Nel centro visitatori si trova un'area dove i bambini possono costruire i templi

I templi di Hagar Qim e Mnajdra - Centro visitatori

DOVE MANGIARE AI TPLI DI HAGAR QIM E MNAJDRA

Appena sopra il parcheggio di Hagar Qim e Mnajdra si trova un ristorante con tavoli all’aperto coperti da un pergolato e con un angolo musicale per tenervi compagnia durante i pasti. Il cibo proposto è quello tipico maltese, ma non posso dirvi la qualità in quanto non ne abbiamo usufruito.

INFORMAZIONI PRATICHE

I templi di Hagar Qim e Mnajdra si trovano nella parte sud ovest di Malta e possono essere raggiunti in auto o mediante la linea di autobus che parte da Rabat (linea 201).
Sono aperti tutti i giorni dalle 9 alle 18 da aprile a settembre, fino alle 17 da ottobre a marzo.
Il biglietto costa 10 € per gli adulti, 7.50 € dai 12 ai 17 anni, 5.50 per i bambini dai 6 agli 11 anni, gratis per i più piccoli.
E’ possibile acquistare anche un’audioguida ad 1 €. Non è obbligatorio, ma se si vuole capire qualcosa di ciò che si osserva è bene prenderla.
Per altre info il sito di riferimento è questo.