COSA FARE A MANTOVA CON I BAMBINI – TRA ACQUA, STORIA E COSE BUONE

COSA FARE A MANTOVA CON I BAMBINI – TRA ACQUA, STORIA E COSE BUONE

01/03/2018 0 Di MammaCheViaggi

I posti vicini li snobbiamo. Troppo spesso. Invece quando ti trovi a vivere in un luogo circondato d’arte, trovi dietro l’angolo ciò che incanta. Da Verona raggiungere Mantova è un attimo. E quindi eccomi qui, a pensare a cosa fare a Mantova con i bambini.
Mantova è una città a misura d’uomo, dichiarata Patrionio dell’Umanità dall’Unesco. Una città in cui si respira storia ad ogni passo, dove una passeggiata tra le sue piazze ti porta alla mente pezzi di storia studiati a scuola.

Per una gita fuori porta, per un week-end o per una vacanza più lunga, Mantova è un’ottima idea. A poca distanza da Verona, dal Lago di Garda e da uno dei parchi giardino più belli d’Italia, il Parco Giardino Sigurtà, si trova questa città il cui skyline non ha nulla da invidiare a città più famose.
Una città con un centro storico ricco di storia ma anche di negozi più o meno originali, una città in cui perdersi in una libreria o in uno dei suoi palazzi, ma anche una città che permette una semplice ma splendida passeggiata lungo i suoi laghi.

a mantova con i bambini - skyline mantova palazzo ducale

COSA VEDERE A MANTOVA

Trovandosi a Mantova con i bambini si parte con una passeggiata in una delle sue piazze più belle, piazza sordello. Questa piazza con un pavimento in ciotolato, è dedicata al poeta Sordello da Goito. Qui si ammirano la facciata del  Duomo ed il Palazzo Vescovile, il Palazzo del Capitano, il Palazzo Ducale, la Torre della Gabbia e Palazzo Castiglioni.
Recentemente è stata ritrovata una pavimentazione a mosaico di epoca romanica, visibile grazie a delle apposite strutture.
Ammirando il palazzo ducale, una delle cose che più colpisce è la gabbia che si vede sulla facciata. Quando vi recate a Mantova con i bambini questa è una delle cose che più li attrae. La domanda che vi faranno sicuramente è “a cosa serviva?”. La gabbia in ferro fu costruita come carcere all’aperto. Qui venivano esposti alla pubblica piazza i condannati, ed a volte vi rimanevano per molto tempo.

Portandosi verso il Palazzo Ducale e il castello di San Giorgio, si trova la casa del Rigoletto. Molto carina da visitare con i bambini.
La parte più interessante della piazza è sicuramente il Palazzo Ducale. Visitato da gruppi scolastici e turistici, ma anche da singoli, il palazzo dei Gonzaga è una dei punti fermi per chi visita Mantova. Mi fa sorridere pensare che la prima volta che ho visto questo palazzo ero una ragazzina in gita scolastica. Come molti ragazzi, in età adolescenziale l’arte non interessa particolarmente, e la gita scolastica diventa solo motivo di divertimento. Dei palazzi insomma ricordi ben poco. Così crescendo, quando ne ho avuto l’occasione, sono tornata a visitare questo palazzo cercando di capirlo meglio. E me ne sono letteralmente innamorata. Talmente tanto che ci sono tornata ancora, e ancora e ancora. Il sito di riferimento è questo 

a mantova con i bambini - casa del rigoletto

a mantova con i bambini - palazzo ducale

Quando ci si reca a Mantova con i bambini bisogna sempre ragionare il percorso anche sulla base delle loro esigenze. Mantenendosi il duomo sulla destra e per un breve tratto di strada, si raggiunge il parco virgiliano. Quest’angolo di verde all’interno della città è un ottimo punto per riposare e per far giocare i bambini nel parco giochi che si trova qui, all’ombra della statua del poeta Virgilio.

a mantova con i bambini - giardino virgiliano

DALLA BASILICA DI SANT’ANDREA A PALAZZO TE’

Dopo la dovuta pausa per “una cosa per me ed una per te” doverosa quando si viaggia con dei bambini, si può proseguire alla scoperta della città verso Piazza Erbe.
Arrivando qui non perdetevi una visita alla Basilica di Sant’Andrea e alla Rotonda di San Lorenzo. La rotonda di san lorenzo è la chiesa più antica della città. La sua particolarità è che si trova ad un metro e mezzo sotto il livello della piazza. L’interno ricorda le immagini dei sepolcri, con la sua pianta circolare i suoi volti ed il suo altare all’interno. Accanto alla Rotonda di San Lorenzo si trova la torre dell’orologio che si trova in restauro. Ero curiosissima di visitarla per poter ammirare le sue sale interne ed il panorama dall’alto. La Basilica di Sant’Andrea è immensa. Mastosa, con un’unica navata centrale che si dirama in cappelle quadrate sui lati. Pare che la chiesa sorga sul luogo in cui venne nascosto il sangue di Gesù raccolto ai piedi della croce. Nella cripta infatti si trovano i Sacri Vasi contenenti la reliquia del sangue di Cristo.
Dalla basilica ci si può incamminare per le vie dello shopping cittadino o fermarsi per un caffè in uno dei molti bar a disposizione.

a mantova con i bambini - rotonda di san lorenzo

a mantova con i bambini - basilica di sant'andrea
Proseguendo a piedi si possono raggiungere la Casa del Mantegna e il Palazzo Tè. Altra tappa fondamentale per chi va a Mantova con i bambini, questo palazzo venne costruito per volere di Federico II Gonzaga come villa di rappresentanza. Il nome Palazzo Tè deriva dal fatto che venne costruito sull’isola detta Tejeto. Da qui il nome Tè. Le sue sale affscinano ed incantano. La sala dei Giganti, la Sala dei cavalli, nata per l’immenso amore per i cavalli di Federico II, la mia preferita, la sala di Amore e Psiche, per cui perderei una giornata intera, il suo enorme giardino. Paazzo Tè è un altro gioiello di Mantova che lascia senza fiato.

COSA MANGIARE A MANTOVA

A Mantova i tortelli di zucca bisogna proprio provarli. La pasta ed il loro ripieno sono squisiti. Il grana padano ed il parmigiano doc, il salame mantovano, il lambrusco mantovano, la mostarda di Mantova, e le ottime conclusioni di pasto con la sbrisolona e la torta elvezia. Delizie mantovane da provare assolutamente.
Un consiglio su tutti, se vi trovate nei pressi della Basilica di Sant’Andrea, è la pasticceria La Tur Dal Sucar. La loro torta Elvezia è una cosa spettacolare!

a mantova con i bambini - prodotti tipici

a mantova con i bambini - torta elvezia