ORGANIZZARE VIAGGI CON BAMBINI

ORGANIZZARE VIAGGI CON BAMBINI

08/11/2017 0 Di MammaCheViaggi

Autunno. Tempo di programmi. Soprattutto tempo di organizzare viaggi con bambini!
Organizzare un viaggio può sembrare una cosa molto semplice, finchè non ci sono loro a scombinare tutti i tuoi piani. I bambini! Perchè ovviamente le loro esigenze non sono le nostre.

viaggi con bambini - organizzazzione

Come organizzare allora un viaggio con bambini?
Per prima cosa bisogna distinguere tra bambino e neonato perchè un neonato ha esigenze nettamente diverse da quelle di un bambino. Vediamo allora alcuni punti da tenere in considerazione.

RENDERLI PARTECIPI DURANTE LA PROGRAMMAZIONE

Quando decido di programmare un viaggio con bambini, una delle cose che mi diverte di più è parlarne con loro. Indicargli dove andremo e cosa vedremo, più o meno, ma in questo modo loro, e pure io, iniziano a sognare. Gli mostro delle foto, una mappa, e gli racconto delle storie. E loro iniziano a bombardarmi di domande sul come, sul dove e soprattutto sul quando. Credo che rendere i bambini partecipi di un programma di viaggio li renda più partecipi al viaggio stesso. Quindi questa fase secondo me è fondamentale.

PREPARAZIONE DELLA VALIGIA

Ovviamente questo punto si riferisce ai bambini più grandicelli. Lasciare che i bambini si preparino tutte le loro cose per il viaggio consente di renderli partecipi. Si torna sempre al primo punto. Un bambino recepisce benissimo le novità quindi consentirgli di preparare la valigia esattamente come fanno mamma e papà lo farà sentire più grande.
Ricordare sempre dei giochini ma anche di tenere dello spazio per cose che verranno poi acquistate durante il viaggio. Perchè sicuramente ce ne saranno e gli permetteranno di ricordare ancora meglio il luogo visitato associandogli un oggetto.

SCELTA DELL’HOTEL

Un altro passaggio importante per organizzare viaggi con bambini è la scelta dell’hotel dove alloggiare. In giro ci sono moltissimi family hotel perfetti per le famiglie con bambini in cerca di un po’ di tranquillità e di qualcosa adatto ai più piccoli di casa.
Personalmente, e ripeto personalmente, credo che ci sia un’ampia scelta di hotel adatti ai bambini senza dover andare per forza in un family hotel. Sia chiaro, i family hotel sono magnifici. Hai a disposizione tutto, ma proprio tutto, quello che ti serve per far divertire un bambino e per rilassarti se ne senti l’esigenza. Quindi sia chiaro, il family hotel è la scelta top! Però, se dobbiamo guardare le nostre tasche si sa, il top si fa anche pagare. Quindi a voi valutare se il gioco vale la candela. Si può spendere qualcosa in più ed avere il meglio del meglio, oppure spendere qualcosa meno ma stare comunque bene. Ci sono moltissimi hotel valutabili per i viaggi con bambini. Valutate la tipologia di stanza, se il bagno è condiviso o meno, la posizione (per me fondamentale capire la distanza dal centro, dove si possono trovare i mezzi di trasporto più vicini e dove posso trovare supermercati o farmacia), la pulizia. Le recensioni sono molto importanti. Filtrate magari quelle delle famiglie con bambini in modo da avere una visione più chiara delle esigenze che, quasi sicuramente, avrete anche voi.

viaggi con bambini - hotel

VOLARE CON I BAMBINI

Se avete programmato un viaggio con bambini che preveda di prendere l’aereo dovete calcolare alcuni dettagli. I neonati e comunque i bambini fino ai 2 anni normalmente non pagano ma, un ma c’è, devono viaggiare in braccio a mamma o papà per tutto il tempo del volo. Il posto a sedere invece si paga. Le tariffe per i bambini sono più o meno scontate per molte compagnie aeree comunque.
I documenti necessari sono la carta d’identità per ciascun viaggiatore, con validità per l’espatrio nel caso in cui vi rechiate all’estero, oppure il passaporto. Ricordatevi di controllare se il paese in cui andate richiede un visto di ingresso, in modo da non avere soprese al momento della partenza.

Ormai è quasi sempre possibile effettuare il web check-in. Fatelo. Per viaggi con bambini avrete il vantaggio di potervi recare con più calma in aeroporto e non dover fare la lunga fila del classico check-in.

Bagagli

Per quanta riguarda i bagagli è possibile imbarcare in stiva un bagaglio pesante, oppure portare solo dei bagagli a mano, uno per ciascun possessore di biglietto. Se fate viaggi con bambini, soprattutto se sono molto piccoli sarebbe meglio imbarcare in stiva almeno uno o due bagagli in modo da viaggiare più leggeri ed aver modo di gestire meglio i bambini più piccoli. Ricordate che avrete molto probabilmente un passeggino e/o un seggiolino auto da portarvi.
Dato che parliamo di passeggini e seggiolini auto, ne approfitto per approfondire l’argomento.
Il passeggino va imbarcato in stiva passandolo sul nastro oppure al momento del vostro imbarco, in prossimità dell’aereo, ci penseranno gli incaricati dell’aeroporto.
Sono argomento a parte i seggiolini auto. Non tanto per il discorso dell’imbarco, quanto perchè i seggiolini auto, nel caso vogliate noleggiarne una, si pagano oro! Tutte le compagnie di noleggio auto, italiane o estere che siano, hanno tariffe, a mio parere, molto elevate per quanto riguarda i seggiolini. Quindi pensate bene se portare il vostro o se noleggiarlo. Le regole per i seggiolini auto valgono in Italia come all’estero. Ricordatelo.

viaggi con bambini - aereo

E con i liquidi?

Come funziona con i liquidi quando organizzate viaggi con bambini? Ad ogni partenza un dubbio. La regola dei 100 ml vale sempre ma, se viaggiate con un neonato potete portare latte o acqua sterilizzata in più. Quindi oltre ai 100 ml di regola potete aggiungere questi due prodotti. Potrebbero chiedervi di assaggiarlo oppure ne verificheranno il contenuto con una nuova macchina in dotazione ad alcuni aeroporti.

In aereo

Cosa di non poco conto quando si fanno viaggi con bambini, è che si ha diritto all’imbarco prioritario. E’ vero, non tutte le compagnie lo permettono, ma quasi tutte. Se viaggiate con bambini piccoli approfittatene. Vi permetterà di salire prima in aereo e di sistemarvi con più calma.
In aereo è sempre accesa l’aria condizionata. Quindi quando organizzate dei viaggi con bambini non dimenticate delle felpe o dei maglioncini. Alcune compagnie aeree hanno a disposizione delle coperte nel caso ne aveste bisogno, ma spesso le compagnie a basso costo non le hanno in dotazione.
Ricordate di portare dei giochi, un tablet, dei libretti per esempio. Qualcosa per intrattenere i vostri bambini durante il volo. Per evitare il dolore alle orecchie dovuto alla pressione munitevi di biberon o ciuccio nel caso di neonati, oppure spiegategli come compensare se sono un pochino più grandicelli.
Ricordatevi anche di portare cibo e bevande. Sia per il volo che per la fase precedente. I bambini hanno sempre fame.

In auto con bambini

Se volete cimentarvi in un viaggio con bambini in auto, il primo consiglio è quello di partire con gradualità. Insomma, evitare magari di fare viaggi di 5 ore in auto se il bambino dopo i soliti 5 minuti inizia a piangere disperato. Meglio partire da tratte più brevi per poi aumentarle gradualmente.
Portarsi sempre dei giochini o dei libretti è un buona cosa. Funzionano molto bene anche i tablet in cui precaricare cartoni animati o programmi adatti ai bambini. La cosa utile del tablet è che si può agganciare allo schienale del sedile posto di fronte al bambino in modo che non debba tenerlo sempre in mano rischiando di farlo cadere.
Un altro passatempo fondamentale in auto per un viaggio con bambini è sicuramente la musica. Prepararsi dei cd o delle chiavette con della musica che sapete piacere molto ai vostri bambini è una buona cosa se vi aspetta un lungo viaggio con bambini. Si divertiranno.
Prevedere delle tappe per distrarli soprattutto se avete bambini molto piccoli li aiuterà ad abituarsi meglio ai percorsi più lunghi.
Se organizzate un viaggio con bambini che soffrono mal d’auto, esistono caramelle e gomme da masticare per il loro problema. Ricordate sempre di portarvi dei cambi o delle copertine di tessuto nel caso ce ne fosse bisogno.

viaggi con bambini - auto

E una volta a destinazione?

Ricordiamo che stiamo viaggiando con dei bambini. Quindi, dobbiamo dargli il tempo di adattarsi. Armiamoci di tanta pazienza e cerchiamo di adeguarci ai loro ritmi.

Ovunque sia la nostra destinazione di viaggio il cibo non sarà come quello di casa. Mentre noi ci adattiamo con più facilità, un bambino ha bisogno di più tempo. Ma facendogli assaggiare un po’ dei nostri piatti magari imparerà ad apprezzare anche cibi che non aveva mai provato prima. E nel caso non funzioni, ricordiamoci che un po’ di pasta si trova ovunque.. o quasi 🙂

Buoni viaggi con bambini!